Nessun commento

Emersione o emergenza?

Fisica, Generazione di ordine, Leggi e rileggi, Sistemi lontani dall'equilibrio

Emersione

Come spesso accade, quando un fenomeno è ancora in buona parte sconosciuto, o meglio troppo complesso per essere definito agevolmente, risulta quasi senza nome, è difficile darne una definizione, il nome non c’è oppure è insoddisfacente.
Questo è il caso di ciò che in inglese viene definito “emergence”.
Il premio Nobel per la fisica 1998 Robert Laughlin lo definisce così:
per “emergence” s’intende la manifestazione di strutture organizzative complesse che scaturiscono da regole elementari…. ferma necessità del modo di essere di determinate cose….è imprevedibilità, nel senso che piccoli eventi causano grandi cambiamenti qualitativi in contesti più ampi….implica la fondamentale impossibilità di esercitare un controllo…è una legge di natura a cui tutti gli umani sono sottoposti.
Un elenco dunque di definizioni, espresse da ciascuna vera proprio angolo di visuale, ciascuna acquista senso dallo stare insieme alle altre. Ed ecco emergere la definizione.
La traduzione parla di emergenza, ma la parola ha anche altri significati, forse traslati, certo diversi. E d’altra parte, quale termine usare?

Robert Laughilin
Un universo diverso
Reinventare la fisica da cima a fondo
Codice Edizioni, Torino, 2005

per una storia del concetto di “emergence” secondo Tullio Tinti

Seminari interdisciplinari sull’”emergence” (dal libro di Laughlin)
“La denominazione era in parte mia, gliel’avevo suggerita quando mi aveva chiesto aiuto per trovare un argomento di cui potessimo parlare tutti quanti, senza confonderci vicendevolmente. Era una consegna estremamente impegnativa.
Noi scienziati siamo soliti ritenere l’arte, la storia, e le altre discipline del genere materie interessanti, ma troppo complesse per esserci utili professionalmente e gli umanisti pensano a loro volta che la fisica, la chimica e le altre discipline scientifiche siano molto interessanti, ma troppo semplici per avere una qualche utilità professionale…..
..il cosmologo Andrei Linde….Sandra Mitchell bioetica….l’ingegnere dei materiali John Bravman…Catherine Pickstock studiosa di filosofia delle religioni….Carl Djerassi inventore della piccola anticoncezionale…..il filosofo Martin Seel……l’antropologa Denise Schmandt-Besserat…. Richard Ford avvocato…Terry Winograd guru dei computer..
Sembrava di essere all’apertura della Chicago Mercantile Exchange al lunedì mattina…. abbiamo dovuto prendere atto che si trattava di un concetto pòarticolarmenten sfuggente …..
verso mezzogiorno eravamo stanchi e ci siamo sistemati là fuori al sole per un buffet all’aperto….
Una semplice conversazione amichevole si è lentamente coagulata in nun più serio sforzo di sintetizzare una definizione sulla base di quanto dera stato discusso. …. c’era il rischio di fare come nella parabola dei sei ciechi che cercano, inutilmente, di trovare il significato della parola elefante, misurandone al tatto ciasscuno una sola parte, ma è stato superato e siamo arrivati alla definizione
(quella riportata all’inizio)

mariella todaro @ Ottobre 18, 2008

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>